Minerbook

Home | Mineralogisti storici | Mineralogisti attivi | Statistiche | Ricevi le newsletter | Invia una biografia | Informazioni | Informativa sulla privacy | Versione grafica

Roberto Allori

Roberto Allori
Autore: Bonacina E. - Ciriotti M.

In suo onore è stata denominata la specie ALLORIITE (Na,K,Ca)24(Na,Ca)4Ca4(Si,Al)48O96(SO4)4(SO3,CO3)2(OH,Cl)2(H2O,OH)4 (2006)


Dal sito:https://www.researchgate.net

Articolo su MICRO - periodico dell'AMI (ISSN 1725-7438)

ROBERTO ALLORI nasce a Livorno nel 1933. Coniugato,con quattro figli, tre nipoti e una bisnipote, vive ora a Ciampino (Roma), dove si è trasferito sindal 1977.Si è laureato in Scienze Strategiche all’Università di Torino e ha ottenuto il diploma di specializzazione in ricerca operativa (ISTAT -Roma) con successivo tirocinio biennale (BISRA- Londra) grazie alla borsa di studio ottenuta dalla NATO. Ha svolto l’incarico di ufficiale dell’Esercito Italiano per 37 anni, concludendo la carriera con il grado di generale di brigata. Ha operato, in qualità di Rappresentante del Ministero della Difesa, nei panels di ricerca operativa della NATO edell’UEO.Gli interessi di Roberto sono volti alla musica classica e alla letteratura. Ama la famiglia e l’umanità, gli animali, le piante, il pianeta e ciò che lo circonda. Odia la televisione, i pettegolezzi, la politica e la cattiveria. Ohps! dimenticavamo un altro suo importante hobby: i minerali. 

Incomincia a raccogliere le prime pietre a 8 anni e fino ai 18 riempie la casa dei genitori di sassi, coleotteri, piccoli anfibi e rettili, semi e pianticelle. Ricostruisce gli scheletri del gatto (morto per cause naturali!) e di diversi pesci di grossa taglia. Lascia questa prima raccolta (la collezione è ancora oggi visibile) al Liceo Scientifico di Livorno al momento in cui decide di entrare in Accademia Militare. Riprende a collezionare minerali verso il 1960 e, a oggi, ha messo insieme più di 10000 campioni, rappresentativi di circa 4000 specie diverse: una delle massime collezioni sistematiche private italiane e probabilmente mondiali.

ALLORIITE

Nell’autunno 2004, Roberto Allori abbina a un impegno che aveva in quel  di Cesano, un’escursione in solitaria al Monte Cavalluccio. Il monte è in realtà poco più di una collinetta appartenente amministrativamente al comune di Campagnano di Roma ma facente parte, geologicamente, della caldera di Sacrofano, Complesso Vulcanico Sabatino. I proietti che si incontrano sono pochi, ma spesso assai interessanti, soprattutto per la presenza di cancriniti. 

Nell’occasione Roberto raccolse quattro o cinque campioni perchè, all’aspetto,  parevano promettenti. Il giorno successivo li indagò allo stereomicroscopio: solo uno di essi, non più grande di un’arancia, risultò degno di interesse. Presentava alcuni microcristalli vitrei, generalmente incolori e raramente di colore viola chiaro, sicuramente esagonali, sia in brevi abiti prismatici che appiattiti a formare “associazioni a fisarmonica”. La convinzione era che si trattasse, in senso lato, di una cancrinite. Dopo essersi arrovellato per più di un anno, nel settembre 2005, Roberto decise che era maturato il tempo per sottoporre il minerale a indagini analitiche e inviò alcuni esemplari a Nikita Vladimirovich Chukanov (Accademia Russa delle Scienze), che in precedenza aveva analizzato campioni della stessa località risultati sacrofanite, giuseppettite, franzinite, ecc. Dopo un primo test analitico da cui il minerale uscì con l’appellativo di “afghanite-like”, Nikita insieme a tre colleghi prosegue le indagini analitiche e, come suo solito, a tempo di record, studia e definisce la nuova specie. Il 30 settembre 2005 Roberto è informato che molto probabilmente trattasi di una nuova specie e il 24 marzo 2006 ne ha la definitiva conferma. Proposto all’IMA a giugno dello stesso anno (rif. 2006-020) il mese successivo il nuovo minerale è approvato con il nome di alloriite, in onore dello scopritore. Ancora a tempo di record, la descrizione-tipo è stata pubblicata sul primo numero del 2007 della rivista russa Zapiski Vserossijskogo Mineralogicheskogo Obshchetsva (Atti della Società Mineralogica Russa) (Chukanov et al., 2007).

Scheda

Regione: Toscana

Autore di pubblicazioni
Specie dedicata
Hall of fame
Universitario
Mineral dealer
Presidente di circolo

Tipo di collezione
Estetica
Sistematica
Nazionale
Regionale/topologica
Singola classe o specie
Altro

Dimensione dei campioni
Cabinet
Miniature
Thumbnail
Micromount
> 3000

© Polidea | email: minerbook@ottoeotto.com