Autore di pubblicazioni
Specie dedicata
Hall of fame
Universitario
Mineral dealer
Presidente di circolo


Tipo di collezione

Estetica
Sistematica
Nazionale
Regionale/topologica
Singola classe o specie
Altro


Dimensione dei campioni

Cabinet
Miniature
Thumbnail
Micromount

Matteo Giai

Autore: il titolare del profilo

Nato a Pinerolo (TO) nel 1993, ha iniziato ad avvicinarsi al mondo dei minerali a 6 anni quando un amico di famiglia lo ha portato a vedere la sua collezione di minerali e gli ha regalato il suo primo quarzo.

Negli anni seguenti si è poi diplomato come Geometra nel 2012 a Pinerolo (TO). Alla scelta della sua possibile carriera universitaria ha scelto di seguire la sua passione per i minerali e la montagna iscrivendosi al corso di Scienze Geologiche dell’Università di Torino dove, nel 2016, si è laureato in Scienze Geologiche con una tesi incentrata sullo studio dei depositi glaciali della zona di Villareggia (TO) e dell’oro in essi contenuto.

Con i suoi studi, è anche aumentato il suo interesse per i minerali industriali e nello specifico dei minerali di Terre Rare e di minerali strategici utili in campo tecnologico.

In seguito , nel 2017, ha deciso di proseguire gli studi seguendo il Corso di Laurea Magistrale in Scienze Geologiche Applicate a Torino per approfondire la conoscenza, il ruolo e come ritrovare minerali tecnologicamente strategici.

La sua piccola collezione di minerali, costituita da numerose specie provenienti da tutto il mondo, è soprattutto caratterizzata da specie ritrovate nelle zone in cui abita: dalla Val Chisone alla Val Germanasca fino alla Valle Po. Negli ultimi anni in particolare si è concentrato sul collezionare specie di minerali contenenti cobalto, uranio e Terre Rare.

Nel 2017 ha collaborato con Fulvio Giacchino per la redazione del suo primo libro dedicato allo studio dei minerali ritrovati nel sito del Crosetto, in Val Germanasca  (ved. immagine della copertina).

Attualmente sta proseguendo gli studi di Geologia a Torino per ottenere la Laurea Magistrale con in cantiere una tesi incentrata sulla caratterizzazione mineralogica della dolomite e del talco del sito di Crosetto, in Val Germanasca. Negli ultimi tempi inoltre collabora con un amico e collega di studi nella gestione e promozione sui social network di un gruppo dedito alla ricerca dell’oro in Italia.