Autore di pubblicazioni
Specie dedicata
Hall of fame
Universitario
Mineral dealer
Presidente di circolo


Tipo di collezione

Estetica
Sistematica
Nazionale
Regionale/topologica
Singola classe o specie
Altro


Dimensione dei campioni

Cabinet
Miniature
Thumbnail
Micromount

Giuseppe Vercellotti

Autore: Giuseppe Passarino

Informazioni desunte da “Manganese, minerali, miniere e storie della Val Graveglia” di G. Passarino, Luna Editore

Giuseppe Vercellotti nacque a Fontaneto Po in provincia di Vercelli nel 1918 e morì nel 1980 senza mai interrompere la sua attività di direttore di miniere prima e di imprenditore minerario poi.

Iniziò la sua attività nelle miniere di manganese della Sardegna e successivamente in quelle di barite del bresciano e di ferro del Monte Argentario, per poi approdare alla Ferromin della Val Graveglia nel 1962. In quegli anni la coltivazione produceva circa 50000 tonnellate di materiale all’anno, con l’utilizzo delle tradizionali, desuete e pericolose tecniche “a ripiena e magazzino”.

Introdusse a Gambatesa la tecnica di coltivazione “per sottolivelli” con nuove operazioni di bullonamento del tetto che resero rapidamente il lavoro dei minatori più sicuro e più produttivo fino all’apice dell’attività estrattiva raggiunto nel 1969. L’italsider, subentrata alla Ferromin nel 1965, avviò negli anni 70 una progressiva dismissione delle attività con conseguente fuoriuscita incentivata dei lavoratori, a cui il Vercellotti sempre si oppose fino alle sue dimissioni dall’incarico.

Essendosi inizialmente rifiutato di dichiarare esaurito il giacimento, il Vercellotti riuscì nel1976 ad ottenere in capo alla Sil.Ma una nuova concessione che esercitò fino alla morte, dirigendo una squadra di dodici minatori che estrassero da 9000 a 13000 tonnellate all’anno di minerale.

L’attività estrattiva passò quindi al figlio Domenico, che alla morte del padre nel 1980 promise di mantenere in esercizio le miniere fino alla pensione dell’ultimo minatore.

Domenico Vercellotti rispettò la promessa ed avviò il Museo Minerario locale.

L’ultimo minatore fu Tullio Rossi (nato a Reppia nel 1958 e assunto a Gambatesa nel 1982, fu socio egli stesso e capo minerario della Sil.Ma) che andò in pensione nel marzo 2012 e fu l’ultimo minatore della Liguria.


cover del libro di Giuseppe Passarino sulle miniere della V. Graveglia