Autore di pubblicazioni
Specie dedicata
Hall of fame
Universitario
Mineral dealer
Presidente di circolo


Tipo di collezione

Estetica
Sistematica
Nazionale
Regionale/topologica
Singola classe o specie
Altro


Dimensione dei campioni

Cabinet
Miniature
Thumbnail
Micromount

Curzio Cipriani

Autore: Delmastro A., Gallo L. M., Pistarino A., Tomalino M. U.

Curzio CIPRIANI  (1927 - 2007) 

Mineralogista e museologo italiano. Laureatosi in chimica nel 1950 e conseguito il dottorato in mineralogia con G. Carobbi presso l’Università di Firenze, tre anni più tardi divenne assistente presso la stessa università, sulle cattedre di mineralogia prima e di petrografia poi. Divenuto professore di mineralogia alle Università di Padova (1964) e, successivamente di Firenze (1968), ove rimarrà ininterrottamente per più di 30 anni fino al 2000, venne nominato anche direttore del Museo di Storia Naturale e del Dipartimento di Mineralogia dell’Università di Firenze e pro-rettore dello stesso ateneo (dal 1973 al 1976). Fu pure docente di museologia naturalistica (nel 1995 pubblicò a Firenze il testo Appunti di Museologia Naturalistica e, nel 1999, Contributo alla mineralogia settecentesca), fu membro dell’Accademia Nazionale dei Lincei e socio fondatore e presidente (dal 1984 al 1989) dell’Associazione Nazionale Musei Scientifici. Rinnovò drasticamente i dettami della museologia scientifica, proponendo nuove metodologie d’azione in cui l’ostensione dei materiali doveva essere sempre coordinata con attente regole di conservazione. Maestro per un’intera generazione di curatori di museo, e non solo mineralogici, ha mostrato soprattutto come recuperare e valorizzare le collezioni storiche, fornendole di un nuovo significato scientifico. Autore di un’enorme quantità di saggi, libri e manuali di divulgazione di mineralogia, litologia e gemmologia, ha realizzato con i suoi collaboratori la revisione sistematica di interi gruppi di minerali, soprattutto della classe dei solfuri, partendo dalla rideterminazione delle cospicue collezioni del Museo di Mineralogia e Litologia dell’Università di Firenze. É stato autore di più di 150 articoli scientifici di mineralogia sistematica, petrografia sedimentaria, museologia scientifica e storia della mineralogia. Ha istituito alcune specie nuove, tra cui la sborgite, la santabarbaraite, la rodolicoite, la grattarolaite, la mazzettiite e la museumite, quest’ultima identificata su un vecchio esemplare del suo museo e così denominata per dare un giusto riconoscimento a tutti i musei del mondo impegnati a conservare con cura ed attenzione i campioni storici delle proprie collezioni. 

In suo onore fu denominata la specie CIPRIANIITE (Ca4(ThREE)Al(Si4B4O22)(OH)2) (2001) 

Nell'immagine di Alessandro Genazzoni tratta dal sito di Jordie Fabre, il professor Cipriani con Jordie.