Autore di pubblicazioni
Specie dedicata
Hall of fame
Universitario
Mineral dealer
Presidente di circolo


Tipo di collezione

Estetica
Sistematica
Nazionale
Regionale/topologica
Singola classe o specie
Altro


Dimensione dei campioni

Cabinet
Miniature
Thumbnail
Micromount

Alessandro Roccati

Autore: cv o biografia da internet

Dal sito Museo Virtuale del Politecnico di Torino

http://areeweb.polito.it/strutture/cemed/museovirtuale/storia/2-02/2-2-03/2-2-0354.htm

 Nacque a Parigi il 1° agosto 1872.

Rimasto orfano da piccolo, Roccati venne a Torino presso lo zio, don Alessandro Roccati, parroco della Crocetta, e si laureò in Scienze Naturali (1896).

Egli seguì per due anni a Parigi i corsi dell'Ecole des Mines. Tornato a Torino, Roccati fece l'assistente volontario alla cattedra di Mineralogia dell'Università.

Il 1° gennaio 1904 Roccati fu nominato assistente alla cattedra di Geologia Applicata della Scuola d'Applicazione per Ingegneri. Nel 1907 Roccati ottenne la libera docenza in Petrografia. A partire dal 1909 egli insegnò Mineralogia Applicata al Politecnico.

Divenne consigliere comunale di Carmagnola dal 1910 e sindaco di Carmagnola dal 1915 al 1920. Fu inoltre segretario attivo della Commissione Glaciologica Italiana e consulente di studi geognostici per impianti idroelettrici di diversi enti pubblici, tra cui il Municipio di Torino, e di importanti società industriali.

Il Governo nazionale chiamò Roccati a far parte del Consiglio Nazionale delle Ricerche nel Comitato Geodetico-Geofisico.

Nel 1926 Roccati andò in Brasile, riportando in Italia una ricca collezione di minerali, rocce e l'intera serie delle pubblicazioni della Scuola delle Miniere di Ouro Preto e del Servizio Geologico e Mineralogico Federale. Roccati morì a Carmagnola il 14 agosto 1928 dopo brevissima malattia.