Autore di pubblicazioni
Specie dedicata
Hall of fame
Universitario
Mineral dealer
Presidente di circolo


Tipo di collezione

Estetica
Sistematica
Nazionale
Regionale/topologica
Singola classe o specie
Altro


Dimensione dei campioni

Cabinet
Miniature
Thumbnail
Micromount

Achille Sorlini

Autore: il titolare del profilo

Mi sono avvicinato al mondo dei minerali da ragazzo, quando studiavo al Liceo Valsalice, dove le vetrine del museo e alcuni professori appassionati furono determinanti. Divenni membro del Gruppo Mineralogico Valsalice GMV, fui redattore del giornalino, partecipai a tutte le escursioni possibili a quell’epoca e alle vacanze estive nella casa alpina di Fiery, in Val d’Ayas: Monte Rosso di Vérres, La Bettolina, il Lago Bleu, le Cime Bianche. Traversella, Brosso, Quincinetto, la Val di Susa, la Val Formazza: località raggiunte con treno e autobus o con l’aiuto di qualche genitore che facesse da autista, prima di prendere la patente e farmi comprare una 500 di terza mano.

Finito il liceo, mi iscrissi alla facoltà di ingegneria, corso di ingegneria mineraria, e mi laureai con una tesi sul giacimento di Balangero. Durante gli studi sono stato membro del gruppo mineralogico del CAI UGET di Torino, di cui conservo bellissimi ricordi di gite e di un viaggio mineralogico in Norvegia. In seguito sono stato membro del APMP di Torino, con cui mantengo ottimi rapporti.

Esperienze di studio a Campiano, visite nelle ultime solfare aperte in Sicilia e primo lavoro dopo la laurea nella miniera di halite di Petralia.

Per lavoro ho viaggiato molto in Italia e all’estero, dove non ho perso occasione di incontrare collezionisti, visitare musei e, ove possibile, andare a cercare di persona. In particolare, ho numerosi campioni provenienti dall’Argentina, dove sono stato più volte. Considero la Grecia la mia seconda casa e ho numerosi campioni del Laurion e delle miniere di solfuri della Calcidica. Negli ultimi anni ho lavorato in Val di Susa, durante lo scavo del cunicolo esplorativo della Maddalena a Chiomonte. Alcuni miei ritrovamenti sono stati pubblicati sulla RMI 2/2016 con particolare riferimento alla Bazzite, prima segnalazione per la valle di questo minerale di scandio.

La mia collezione ammonta oggi a circa 600 campioni di vario formato, dove la prevalenza è per le specie ben cristallizzate, per le “curiosità” o per i campioni di località classiche o storiche.